Anziani

 

ANZIANI (dai 60 anni in poi)

L’ultima fase del ciclo di vita è molto delicata, proprio perché è la parte finale del percorso di vita per ogni soggetto anziano. Negli ultimi decenni si è assistito ad un forte allungamento della durata media di vita (progressi della medicina e delle condizioni socio-economiche), con un conseguente periodo di anzianità ampiamente cresciuto, tanto da essere denominato terza vita, o terza età. Nonostante nella società moderna ci sia il mito della giovinezza e dell’eterna vita, l’invecchiamento è un processo naturale e inevitabile, che può nascondere però diverse insidie e importanti transizioni per i quali l’anziano può trovarsi in difficoltà a fronteggiarli. Molti sono infatti gli eventi e i cambiamenti a cui il soggetto deve far fronte: biologici e fisici (il corpo che cambia), i cambiamenti cognitivi (la mente che si trasforma), il pensionamento, la separazione dai figli e il fatto di diventare nonni, la possibile morte dei coniugi, dei parenti ed amici, il pensiero che la propria vita stia volgendo al termine. A volte ci si può sentire persi, impauriti e soli a dover affrontare tutte queste sfide, con un conseguente stato di malessere e disagio psicologico. In questi casi diventa importante poter confrontarsi con una figura competente come lo psicologo, che può guidare e sostenere l’anziano nel difficile processo di invecchiamento, superando momenti di profonda sofferenza e facendo riscoprire potenzialità e risorse ancora insite in lui.

In presenza di quali sintomi è utile consultare lo psicologo?

  • Profonda tristezza e umore prevalentemente depresso, perdita di interessi
  • Ansia generalizzata, eccessiva preoccupazione
  • Pensieri ricorrenti focalizzati sul termine della propria vita che si avvicina
  • Perdita di motivazione e piacere nel fare le cose
  • Sbalzi ricorrenti di umore (difficoltà a controllare la rabbia e in generale le emozioni)
  • Senso di inadeguatezza, impotenza, ritiro sociale
  • Percezione di non contare più nulla, svalutazione del sé, bassa autostima
  • Disturbi del sonno
  • Difficoltà a superare perdite importanti (coniuge, amici, parenti)
  • Intenso stato di malessere
psicologo-anziani

A CHI MI RIVOLGO

 

  • Adolescenti (dai 12 ai 18 anni)
  • Giovani adulti (dai 18 ai 30 anni)
  • Adulti (dai 30 ai 60 anni)
  • Anziani (dai 60 anni in poi)
  • Supporto alla genitorialità
  • Relazione di coppia

AREE DI INTERVENTO

w

Disturbi legati all’ansia (ansia generalizzata, fobie specifiche, gestione dello stress)

l

Attacchi di panico

C

Disturbi dell’umore (depressione, disturbo bipolare, distimia)

Disturbi del comportamento alimentare (anoressia, bulimia, obesità, binge-eating)

r

Dipendenze patologiche (alcol, fumo, droghe, gioco, ecc.)

Disturbo ossessivo-compulsivo

Disturbi del sonno

Disturbi sessuali

W

Elaborazione di lutti, separazioni e perdite

f

Crisi per eventi imprevisti che destabilizzano il proprio equilibrio

Disagi relazionali e comunicativi (es. conflitti di coppia, criticità in ambiente lavorativo, difficoltà con i figli

Passaggi critici del ciclo di vita (malattie, nascite, divorzi, invecchiamento)

u

Senso di disagio indefinito, insoddisfazione, mancanza di serenità e piacere, stato di profondo malessere, anche senza motivi apparenti

Difficoltà legate alle fasi della crescita e dello sviluppo

Difficoltà nel rapporto genitori-figli

Problematiche relative alla relazione di coppia

Scrivimi

Trattamento dei dati

14 + 6 =

silvia-corno-psicologa

“È nel mezzo delle difficoltà che nascono le opportunità”
Albert Einstein

Scrivimi su WhatsApp